Veicolo abbandonato intestato a defunto: procedura

Desidererei conoscere la corretta procedura per rimuovere un veicolo abbandonato su una mia proprietà privata da oltre un anno che probabilmente è stato lasciato lì con la consapevolezza che io sono un disabile privo della vista. Da quello che sono riuscito a verificare l’intestatario di questo veicolo è deceduto nel maggio del 2016 e gli eredi (moglie e figlio) hanno rinunciato all’eredità poichè su detta auto grava un fermo amministrativo risalente al 2004 per un importo superiore a € 18.000,00 a favore di un Ente riscossore di allora (Sestri spa) che dovrebbe essere stato assorbito da Equitalia e successivamente da Agenzia Entrate Riscossione, e comunque detta auto mi dicono essere un rottame. Vorrei sapere inoltre se il costo di tutta questa procedura sarà a mio carico e quanto sarà l’ammontare complessivo. Grazie per l’eventuale risposta e cordiali saluti Giovanni Piero.

RISPOSTA

Per poter far portare via il veicolo, è necessario attivare, presso il Tribunale territorialmente competente, la procedura di “Gestione dell’eredità giacente”, facendo presente che esiste un veicolo, insistente nella proprietà privata, intestato al soggetto defunto: il veicolo verrà inserito nel patrimonio ereditario e recuperato dal curatore dell’eredità nominato dal Tribunale. Purtroppo, pare che la procedura sia a carico di chi la propone, e quindi dovrà accollarsi i costi iniziali del procedimento.
Il consiglio è quello di farsi rappresentare da un legale, e attivare gli organi di polizia locale affinchè prendano eventualmente in carico l’avvio del procedimento, ed effettuino le opportune attività di accertamento sul mezzo, in quanto a suo carico non sussiste alcuna responsabilità.
Si resta a disposizione per ogni ulteriore informazione.

 

dott. Marco Massavelli
Ufficiale Settore Operativo Polizia Locale Rivoli (TO)

 

abbandonato