Mi hanno ritirato la patente dopo quasi un anno dal superamento del limite di velocità

Salve il 30/07/04 alla guida dell’auto di mio padre in circostanze che non ha valore spiegare ho superato di 41km/h il limite imposto, non sono stato fermato subito e dopo due mesi ho ricevuto il verbale intestato a mio padre, abbiamo denunciato che ero io alla guida e pagato la sanzione pecuniaria. Nel verbale e nei rapporti avuti con la polizia municipale nessuno ha mai fatto riferimento alla sanzione accessoria della sospensione della patente. Oggi 8 giugno 2005, dopo 10 mesi e mezzo si sono presentati i vigili del mio comune a ritirarmi la patente per tre mesi. Mi chiedo come sia possibile che sia legale lasciare nel dubbio del ritiro per mesi, è possibile opporre una qualche tipo di ricorso verso una decisione che mi viene comunicata solo ora? Ma soprattutto è applicabile la sanzione accessoria dopo che non è stata contestata subito l’infrazione, e non era menzionato nulla nella raccomandata che ho ricevuto a casa mesi dopo? Grazie della risposta, Carlo

RISPOSTA

L’applicazione dell’articolo 142 comma 9, prevede la sanzione pecuniaria, la sospensione della patente e la detrazione dei punti. Nel verbale ci devono essere scritte tutte e tre le sanzioni. Nel caso concreto, stante il verbale inviato per posta, quindi prestampato, credo che ci siano scritte tutte, compresa la sospensione della patente (l’ha letto tutto, compreso il retro?).. Non credo ci sia la possibilità di un ricorso che, comunque, andrebbe fatto contro l’ordinanza del Prefetto. Potrebbe rivolgere la domanda direttamente all’ufficio contenzioso della ex Prefettura, ora ufficio Territoriale del Governo. C’è anche un altro lato negativo e cioè il fatto che Lei abbia pagato la sanzione e quindi accettato, a suo tempo, il verbale.

Mi hanno ritirato patente dopo quasi un anno dal superamento limite di velocità