Caravan: cosa fare prima di andare in vacanza


AMICI CARAVANISTI…ATTENZIONE NUOVO IMPEGNO PER VOI (IN REALTA’ VECCHIO)

LA CARAVAN

 – è un rimorchio ad un asse o a due assi posti a distanza non superiore ad un metro, avente speciale carrozzeria ed attrezzata per essere adibita ad alloggio esclusivamente a veicolo fermo.

LA REVISIONE

I veicoli a motore e i loro rimorchi devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l’inquinamento entro i limiti stabiliti dalla legge, come previsto dall’articolo 79 del Codice della strada.

QUANDO FARE LA REVISIONE

La prima revisione è obbligatoria dopo 4 anni dalla prima immatricolazione entro il mese di rilascio della carta di circolazione. Le successive revisioni devono essere effettuate ogni 2 anni entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l’ultima revisione. La revisione per le caravan è stata regolamentate per l’ultima volta il 17 gennaio 2003 attraverso un decreto ministeriale che ne fissava l’obbligatorietà per tutte quelle

  • immatricolate nel 1997 oppure prima;
  • revisionate o collaudate nel 1996, 1997 o 1998.

DOVE FARE LA REVISIONE

La visita va fatta presso un centro della motorizzazione civile oppure presso un centro autorizzato, anche per le revisioni delle caravan, i cui indirizzi possono essere chiesti all’ufficio provinciale della richiamata motorizzazione civile.

ESITO DELLA VISITA

Se la visita ha esito positivo viene rilasciata un’etichetta adesiva che riporta l’esito della revisione, da applicare sulla carta di circolazione.

In caso di esito negativo:

  • se viene indicato il termine “ripetere” si devono effettuare le opportune riparazioni degli impianti indicati come non efficienti presso un meccanico di fiducia ed effettuare una nuova revisione entro un mese;
  • se viene invece indicato il termine “sospeso” si devono effettuare le opportune riparazioni e presentare una nuova richiesta di revisione per poter circolare.

SANZIONI

Chi circola senza aver sottoposto il proprio veicolo a revisione è soggetto al pagamento, ai sensi dell’art. 80 comma 14 del codice della strada, alla  sanzione amministrativa di euro 169 entro 60 gg (118,30 euro se il pagamento avviene entro 5 gg) dalla contestazione o dalla notifica del verbale. Se la revisione è stata omessa per più di una volta la sanzione è di 338 euro (236.60 euro se paga entro 5gg). L’organo di polizia stradale che accerta la violazione annota sulla carta di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione.

CON DECRETO MINISTERIALE 214/2017

E’ stata nuovamente regolamentata la revisione delle caravan, che rimane comunque 4 anni dopo la prima immatricolazione e due anni successivamente, ma nella prima fase di attuazione delle nuove regole, dal 2018 al 2020, è stato stabilito uno specifico calendario dei controlli tecnici di questi mezzi già in circolazione, per limitare i disagi degli utenti dato il gran numero da revisionare.

Quindi le caravan devono essere sottoposte a revisione:

  • dal 21/5/2018 al 31/12/2018
  • se immatricolate fino al 31/12/2000, escluse quelli già revisionati nel 2016 o 2017;
  • in qualunque mese, anche diverso da quello di immatricolazione.
  • nel 2019

  se immatricolate prima del 2001 e non revisionati nel 2017o 2018;

–   se immatricolate dall’1/1/2001 al 31/12/2006;

–  nel mese corrispondente a quello della prima immatricolazione.

  • nel 2020
  • se immatricolate dopo l’1/1/2007;
  • se sono trascorsi 4 anni dalla prima immatricolazione;
  • se sono trascorsi 2 anni dalla precedente revisione;
  • nel mese corrispondente a quello della prima immatricolazione o della revisione.

 

E…ULTIMA RACCOMANDAZIONE

Se andate fuori dall’Italia, UE ovviamente, fate revisionare la vostra caravan. La norma è tutta italiana e quindi potreste avere delle “noie”.

 

BUONE VACANZE

Dr. Franco Simoncini
Dirigente/Comandante Polizia municipale a r.
Luglio 2018

Potrebbero interessarti anche...