Area sosta riservata al condominio sulla strada


 

Buongiorno!

Da una settimana a questa parte parcheggio l’auto nei pressi di una serie di palazzine, tutte con il parcheggio privato interrato, ci sono però degli spazi adibiti a parcheggio a livello stradale, aperti, senza alcuna sbarra o recinzione, ma ci sono dei cartelli di divieto di sosta lungo il perimetro, tutti assolutamente senza alcuna indicazione di autorizzazione comunale, oltre ad essere completamente differenti dalla segnaletica autorizzata classica (sono i classici cartelli orizzontali che e’ possibile acquistare presso qualsiasi ferramenta).
Inoltre, ieri sera mi si e’ avvicinato un uomo, dicendomi che era un parcheggio privato, che non ci avrei potuto parcheggiare, ed al mio fargli notare dell’assenza dell’autorizzazione del comune, mi e’ stato risposto in tono di minaccia, testuali parole “e’ un parcheggio privato, fidati, sicuramente non ti conviene parcheggiare qui”.
Ovviamente della minaccia non mi interessa, ma prima di rispondere (anche in modo legale se dovesse succedere qualcosa all’auto) voglio esser certo di avere il diritto di parcheggio in quell’area.
Come posso verificare se quei cartelli sono “abusivi”? E’ sufficiente recarmi presso l’ufficio tecnico del comune?
Inoltre, per esperienza di qualcuno, esiste un modo per tutelarsi nei confronti di questa persona?
Grazie mille a tutti!

RISPOSTA

Buongiorno,
da quanto descritto nel quesito, sembrerebbe che si tratti di un’area antistante il condominio, di proprietà del medesimo, e che è stata adibita a parcheggio, al servizio dei condomini. Tale area, per cui, risulterebbe di proprietà privata, stante, anche la presunta segnaletica presente sul posto, che indicherebbe tale area come privata.
Per togliere qualunque dubbio, si suggerisce, comunque, di rivolgersi all’Ufficio Tecnico comunale, che saprà sicuramente indicare la proprietà e la destinazione di tale area.
Per tutelarsi contro la presunta persona che, probabilmente con tono sgarbato, ha risposto che si trattava di parcheggio privato, e che non era opportuno ivi parcheggiare la propria auto, si può presumere che tale frase sia stata detta, magari in toni non corretti,  per evitare inutili discussioni con i proprietari del parcheggio, per aver lasciato involontariamente il proprio veicolo in sosta nel posto riservato ad altra persona: pur non conoscendo, in termini precisi e dettagliati, i fatti accaduti, non si ritiene vi siano violazioni (penali) particolari, se non, come già sottolineato, un tono sgarbato…ma che non ravvisa, a parere di chi scrive, alcuna minaccia seria e grave, o altro comportamento giuridicamente rilevante.
Si resta a disposizione per ogni ulteriore informazione.

dott. Marco Massavelli
Polizia Locale Rivoli (TO)
novembre 2018

Potrebbero interessarti anche...