Posso circolare con targhe estere?

Buongiorno,
Io volevo comprare una macchina all’estero, in un paese non unione europea quindi con immatricolazione estera di quel paese, visto che poi il passaggio di immatricolazione in Italia è caro, volevo sapere se posso circolare con quelle targhe estere. Anche perché ci sono molte targhe estere in circolazione. Posso acquistare una macchina con targhe estere? Ci sono provvedimenti? A cosa vado incontro? ( multe, ritiro del mezzo..) Vorrei saperne qualcosa in più prima di spendere denaro.

Rimango in attesa di una vostra risposta,
Grazie.

 

I veicoli extracomunitari possono circolare in Italia, in regime di importazione temporanea, solo ed esclusivamente per un periodo di 6 mesi non continuativi.

Devono essere utilizzati solo per uso privato e non commerciale, posso essere condotti solo dal proprietario (intestatario carta di circolazione, residente all’estero) o da un parente del proprietario, entro il terzo grado di parentela (residente all’estero).

Nel caso in cui alla guida vi sia una persona diversa dal proprietario, questo deve, necessariamente, essere residente in un paese extracomunitario, inoltre, dovrà essere munito di apposita delega a condurre il veicolo.

A norma dell’articolo 132, codice della strada, il veicolo deve essere obbligatoriamente nazionalizzato (quindi, devono essere rilasciate targa e carta di circolazione italiane), entro un anno dall’ingresso in Italia.

La circolazione in violazione delle suddette regole soggiace all’applicazione di sanzioni amministrative e penale

Dott. Marco Massavelli
Ufficiale Settore Operativo Polizia Locale Rivoli (TO)