Non è specificato quale prefetto ha emesso il decreto per l’autovelox

Ciao a tutti. Purtroppo ho di recente ricevuto un accertamento di un autovelox che mi ha colto sulla famigerata ss1, nella provincia di Grosseto. Il verbale del comune di Magliano in Toscana riporta, testualmente: “si da atto che la contestazione immediata non e’ stata possibile perche’ tratto di strada sul quale non e’ possibile procedere al fermo dei veicoli (cosi come stabilito dal decreto prefettizio 453/area d del 05/11/2002 in relazione art. 4.1. 168/2002)”. A parte l’italiano un po’ stentato, mi restano due domande sul contenuto: 1 – si parla di decreto prefettizio, ma di quale prefetto? E’ obbligatoria l’indicazione del prefetto e questo comporta un possibile vizio di forma? 2 – piu’ o meno lo stesso per art. 4.1 168/2002 di cosa? Della codice della strada, del codice civile, etc..? Puo’ anche questo configurarsi come un possibile vizio di forma? Ho cercato negli archivi del vostro sito ma non ho trovato risposte precise alle mie domande. Grazie!

RISPOSTA

Un Comune fa parte di una provincia e a capo della Prefettura (ora UTG) della Provincia c’è un Prefetto, quindi il Prefetto a cui fa riferimento il Comune di Magliano in Toscana è quello della Povincia di Grosseto. Meglio se ci fosse stato indicato ma, non mi pare sia un “peccato” mortale.Il verbale fa riferimento all’articolo 4 del dl 168/2002. Mi pare tutto a posto.

Franco Simoncini

Non è specificato quale prefetto ha emesso il decreto per l’autovelox