Luce anabbagliante bruciata e sanzione

 

Salve a tutti! Penso di avere subito una vera e propria ingiustizia: l’altra sera, alle 22 circa, sono stata fermata dai vigili urbani che mi hanno fatto una contravvenzione di 71 euro perchè l’anabbagliante sinistro era bruciato. Io ho spiegato che la luce si era rotta appena mezz’ora prima, e che, trovandomi lontano da casa ero comunque costretta ad usare l’auto per tornare a casa. E’ possibile impugnare la contravvenzione in considerazione dell’impossibilità materiale di riparare la luce, essendo ormai chiusi gli elettrauto? Inoltre la luce di posizione era comunque accesa, per cui la situazione non creava effettivo pericolo. Grazie.

RISPOSTA

Se erano obbligatorie le luci anabbaglianti in quel luogo e in quel momento la violazione c’è stata. Le cause di forza maggiore le può decudere un giudice ma non un organo di polizia.

Franco Simoncini