Le segnalazioni alla Polizia locale di Pesaro si inviano tramite WhatsApp

I cittadini del Comune di Pesaro comunicano con la Polizia locale via WhatsApp: utilizzando l’applicazione, gli utenti possono segnalare al numero 337 1582545 comportamenti scorretti e pericolosi tenuti nei confronti delle fasce deboli. Un’automobile parcheggiata nello spazio riservato agli invalidi e occupato da chi non ne ha diritto, per esempio, potrà essere indicato alla Polizia locale con tanto di video, mappa e descrizione che ne documentino l’uso inappropriato.

Pone il cittadino in dialogo con la Pubblica Amministrazione – ha precisato l’assessore al dialogo Luca Bartolucci – grazie alle nuove tecnologie, oggi molto comuni. Permette, inoltre, di esprimere indignazione in modo costruttivo. Possono esserci situazioni che offendono il nostro senso civico: segnalandole forniamo informazioni preziose, utili per dare risposte efficaci e programmare i servizi“.
La Pubblica Amministrazione è chiamata ad essere al passo coi tempi – ha aggiunto il comandante della Polizia locale di Pesaro e dell’unione Pian del Bruscolo Gianni Galdenzi – per questo WhatsApp si è aggiunto agli strumenti tradizionali. Già utilizzato in altre città, funziona se applicato in modo selezionato. La scelta di Pesaro è quella di impiegarlo per comunicare comportamenti socialmente riprovevoli che colpiscono le fasce deboli“.

I cittadini possono inviare testo, immagini e persino messaggi vocali per descrivere atteggiamenti quali soste in spazi riservati agli invalidi, sui marciapiedi e in corrispondenza delle rampe di accesso ai marciapiedi, oppure condotte scorrette o pericolose che avvengono all’interno di percorsi pedonali, piste ciclabili e parchi pubblici.

WhatsApp non deve essere utilizzato per situazioni urgenti che richiedono un pronto intervento: in quel caso occorre chiamare i servizi di emergenza 112, 113 o la centrale operativa della Polizia locale al numero 800 011 031. Ai messaggi non sarà fornita risposta: le segnalazioni verranno prese in carico e gestite in base alle priorità.

Con il servizio WhatsApp abbiamo strutturato un nuovo processo per comunicare con il Comune di Pesaro – ha sottolineato il presidente della commissione consiliare Polizia municipale e sicurezza -. In progetto anche l’utilizzo per altri uffici“.

Il regolamento è disponibile su www.poliziamunicipalepesaro.it.

da www.cittadiniditwitter.it