Frecce per la segnalazione della direzione su motoveicoli


La mia moto è del ’72, è considerata quindi una moto d’epoca e può regolarmente transitare. Essendo di così tanti anni addietro non è munita di  frecce per la segnalazione della direzione. Per l’attuale codice stradale sono obbligatorie e se si una moto d’epoca è vincolata dalla cosa? Grazie Claudio

RISPOSTA

    La circolazione dei motoveicoli ed autoveicoli d’epoca e di interesse storico e collezionistico è regolamentata dall’art. 60 del D. Lgs. n. 285 del 30.04.1992 (nuovo Codice della Strada). Sono considerati veicoli d’epoca i motoveicoli ed autoveicoli cancellati dal P.R.A. perché destinati alla loro conservazione in musei o locali pubblici e privati, ai fini della salvaguardia delle originarie caratteristiche tecniche specifiche della casa costruttrice. Tali veicoli vengono iscritti in appositi registri presso il Centro Storico della Direzione generale della M.C.T.C. ai sensi dell’art. 5 comma 34 del D.L. 30.12.1982 n. 953 convertito con modificazioni dalla legge 28.02.1983 n. 53. La loro circolazione può essere consentita soltanto in occasione di apposite manifestazioni o raduni autorizzati, limitatamente all’ambito della località e degli itinerari di svolgimento delle manifestazioni o raduni.

    Come vedi, questa è la normativa da seguire per poter considerare il proprio motoveicolo come moto d’epoca. Non è sufficiente che lo stesso sia vetusto di circa quaranta anni. Non appartenendo a detta categoria, qualunque veicolo circolante deve essere adeguato alle norme vigenti in materia di circolazione stradale.

Potrebbero interessarti anche...