Fermo amministrativo, proprietario deceduto, eredi rinunciano all’eredità


Salve,io vi scrivo perche vorrei avere una risposta concreta ad un problema enorme che ho. Se potete ditemi per favore cosa devo e come devo fare per risolverlo al meglio.
Mio fratello è deceduto a novembre 2009 aveva un’auto gravata da fermo amministrativo per via di molteplici cartelle esattoriali con un complessivo di migliaia di euro,una cosa assurda ma a quanto pare non siamo riusciti a risolvere nulla nemmeno quando era in vita. Io assieme agli eredi più vicini vale a dire io mia mamma e una sorella che non vive con noi,abbiamo rinunciato all’eredità di mio fratello,quindi il mezzo,è fermo da tanto tempo,ma non ci appartiene e non credo siamo obbligati a pagare bolli o cose,io non so cosa e a chi devo rivolgermi per portarla via..del resto non ha senso tenerla qui sotto casa anche perché è inutilizzabile avendo il fermo,quindi ditemi voi cosa devo fare…
Grazie per la Vostra cortese attenzione,
Stefania

RISPOSTA

Avendo rinunciato all’eridità ed essendo il veicolo intestato al defunto, nulla da voi è dovuto, nè possono sussistere responsabilità di sorta. In assenza di eredi il bene mobile passa al patrimonio dello Stato. Pertanto, consiglio di fare presente la situazione al Comando di Polizia Municipale o direttamente all’Agenzia del Demanio, in modo da evitare ulteriori aggravi per la pubblica amministrazione, dato che a voi non compete l’adozione di alcun provvedimento.

Giuseppe Carmagnini
Aprile 2010

Potrebbero interessarti anche...