Denuncia per occupazione del posto handicap

A seguito della ultima sentenza della Suprema corte di Cassazione, chi sosta sullo stallo ad Personam di un disabile, rilasciato dal comune di residenza , volevo sapere se è il disabile a fare la denuncia in caserma?? Oppure è d’ufficio da parte della Polizia Municipale conseguentemente al verbale d’infrazione al Codice della Strada???

Luigi

Lei si riferisce evidentemente alla sentenza della Quinta sezione penale della Corte di Cassazione n. 17794/2017. Il proprietario del veicolo in sosta abusiva sullo stallo riservato “ad personam” ad un diversamente abile è stato riconosciuto responsabile del reato di violenza privata ex art. 610 c.p. poiché, nel caso di specie,  l’aver occupato per 16 ore tale spazio riservato ha impedito al titolare di godere del suo diritto. Il reato in questione è procedibile d’ufficio e quindi non occorre querela. Occorrono però delle precisazioni. Nel nostro ordinamento il precedente giurisprudenziale non è vincolante come nei paesi di common Law. Certo che la Suprema Corte ha una funzione nomofilattica quindi, in presenza di un’altra condotta con gli stessi elementi oggettivi e soggettivi dovrebbe essere applicata la stessa norma, ma non è scontato! Altra Sezione potrebbe rimandare alle Sezioni Unite per dirimere un eventuale conflitto. Per quanto riguarda la denuncia del titolare dello stallo di sosta credo che essa sia indispensabile per poter appunto raccogliere tutti gli elementi costitutivi il reato da parte della polizia giudiziaria. Il delitto è comunque istantaneo e dottrina e giurisprudenza ammettono il tentativo. In condizioni normali la pattuglia che interviene applica la sanzione amministrativa prevista dall’ articolo 158 cds con la rimozione del veicolo abusivo.

Dott. Sauro Brugnoni