Home generale arrow Varie arrow Norme e Circolari varie arrow Elezioni regionali ed amministrative - agevolazioni per i viaggi ferroviari, via mare e autostradali
Domenica 20 Aprile 2014
Elezioni regionali ed amministrative - agevolazioni per i viaggi ferroviari, via mare e autostradali

MINISTERO DELL'INTERNO
Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali
Direzione Centrale per i Servizi Elettorali

Circolare prot. n. 22

Roma, 11 marzo 2010

OGGETTO: Elezioni regionali ed amministrative di domenica 28 e lunedì 29 marzo 2010, con eventuale turno di ballottaggio, per le elezioni amministrative, nei giorni di domenica 11 e lunedì 12 aprile 2010 - Agevolazioni per i viaggi ferroviari, via mare e autostradali.

In vista delle consultazioni elettorali di cui all'oggetto la società Trenitalia S.p.a. e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Generale per il trasporlo marittimo interno, hanno diramato te direttive di rispettiva competenza, ai fini dell'applicazione delle agevolazioni di viaggio, a favore degli eiettori che debbano raggiungere il comune di iscrizione elettorale per esercitare il diritto di voto, previste dall'art. 116 del d.P.R. 30 marzo 1957, n. 361, per i viaggi ferroviari in occasione delle elezioni politiche ed estese successivamente, con legge 26 maggio 1969, n. 241, alle elezioni dei consigli regionali, provinciali e comunali (art. 1, comma 1) nonché ai viaggi via mare effettuati con i mezzi delle società di navigazione concessionarie dei relativi servizi di trasporto (art. 2).

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI FERROVIARI

   In via preliminare, si rappresenta che è stata rinnovata, fino al 31 dicembre 2010, la "convenzione" tra il Ministero dell'Interno e la Società. Trenitalia S.pA, "per l'applicazione delle agevolazioni di viaggio agli elettori".
   Tali agevolazioni sono tratte dalla "Disciplina per i viaggi degli elettori" predisposta dalla medesima società Trenitalia e consultabile sul sito www.ferroviedellostato.it - Trenitalia > Area Clienti > Condizioni di Trasporto > Elettori.
   Inoltre, presso gli sportelli delle biglietterie sono affissi appositi "AVVISI'' agli elettori sulle particolari condizioni che disciplinano i biglietti emessi in loro favore.
   Peraltro, si ritiene utile allegare i documenti (AH. 1 e 2) della Società Trenitalia, ove sono riportati termini, modalità e condizioni per usufruire delle agevolazioni in argomento.
   Nel contempo si evidenziano di seguito sinteticamente pochi punti salienti, relativi alle agevolazioni applicabili in vista delle consultazioni elettorali del 28 e 29 marzo 2010.

     • Per i viaggi degli elettori residenti in Italia, i biglietti ferroviari nominativi a tariffa ridotta sono rilasciati dietro esibizione della tessera elettorale e di un documento d'identità. (Unicamente per il viaggio di andata, solo per gli elettori residenti in Italia, è ammessa l'autocertificazione).
   Tali biglietti ferroviari hanno un periodo di utilizzazione di venti giorni (stabilito per ogni consultazione) e devono essere convalidati prima di iniziare il viaggio di andata e quello di ritorno.
   Pertanto, in occasione delle consultazioni del 28 e 29 marzo, il viaggio di andata non può essere effettuato prima del 20 marzo 2010 e quello di ritorno oltre 18 aprile 2010.
   In occasione dell'eventuale turno di ballottaggio per le elezioni amministrative dell'11 e 12 aprile 2010, il viaggio di andata non può essere effettuato prima del 3 aprile e quello di ritorno oltre il 22 aprile 2010.

     • Per i viaggi degli elettori provenienti dall'estero l'agevolazione è concessa su presentazione della tessera elettorale o della cartolina-avviso o della dichiarazione dell'Autorità Consolare italiana attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia per esercitare il diritto di voto, con l'indicazione dell'agevolazione di viaggio spettante.
Per quanto riguarda il periodo di utilizzazione del biglietto, il viaggia di andata può essere effettuato al massimo un mese prima del giorno di apertura del seggio elettorale e quello di ritorno al massimo un mese dopo il giorno di chiusura del seggio stesso.

   Si rammenta che in occasione del viaggio di ritorno l'elettore - sia residente in Italia che proveniente dall'estero - deve sempre esibire, oltre al documento di riconoscimento personale, la tessera elettorale regolarmente vidimata col bollo della sezione e la data di votazione o, in mancanza di essa, un'apposita dichiarazione rilasciata dal presidente del seggio che attesti l'avvenuta votazione.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI VIA MARE

   Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Generale per il trasporto marittimo interno, ha diramato alle società di navigazione concessionarie appartenenti al Gruppo Tirrenia (Tirrenia. Caremar, Siremar, Toremar e Saremar) le direttive per l'applicazione, nell'ambito del territorio nazionale, delle consuete agevolazioni a favore degli elettori residenti in Italia e di quelli provenienti dall'estero che dovranno raggiungere il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, per poter esercitare il diritto di voto.

   In particolare:

     - a tali elettori verrà applicata di norma la tariffa con riduzione del 60% sulla "tariffa ordinaria":
     - nel caso in cui gli elettori abbiano diritto alla tariffa in qualità di residenti, le biglietterie autorizzate applicheranno sempre la "tariffa residenti" ad eccezione dei casi in cui la "tariffa elettori' risulti più vantaggiosa di quella residenti.

   L'agevolazione, che si applica in prima e seconda classe (poltrone, cabine, passaggio ponte), ha un periodo complessivo di validità di venti giorni e viene accordata dietro presentazione della documentazione elettorale e di un documento di riconoscimento. Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell'ufficio elettorale di sezione.

AGEVOLAZIONI AUTOSTRADALI

   Si comunica inoltre che l'Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori (A.I.S.CAT.), ha comunicato l'adesione delle Concessionarie autostradali alla richiesta di gratuità del pedaggio, sia all'andata che al ritorno, per gli elettori residenti all'estero.

   Pertanto, gli elettori residenti all'estero che intendano rientrare in Italia per esercitare il diritto di voto ed usufruire delle agevolazioni di che trattasi, dovranno esibire, in occasione del viaggio di andata, direttamente presso il casello autostradale, idonea documentazione elettorale e un documento di riconoscimento, e, al ritorno, la tessera elettorale personale munita del bollo della sezione presso la quale hanno votato.

*****

   Si pregano le SS.LL. di dare la massima diffusione alle direttive emanate dagli enti e società di cui sopra, anche mediante gli organi di informazione locale.

 

IL DIRETTORE CENTRALE
(Paolo Guglielman)

 

ALLEGATI

 

 

Speciale
Approfondiamo
Chi è online
Abbiamo 2 visitatori online

Sondaggi
Quali argomenti desideri che vengano maggiormente affrontati in queste pagine?
 
Pubblicità