Home generale arrow Polizia Stradale arrow Varie arrow Determinazione quote che le imprese iscritte all'Albo degli autotrasportatori debbono corrispondere
Mercoledì 24 Dicembre 2014
Menu principale
Home generale
Home
Contattaci
Polizia Edilizia
Polizia Stradale
Polizia Municipale
Polizia Amministrativa
Polizia Giudiziaria
Ambiente
Varie
Modulistica
Esaminiamo
Scuole
PO.LO 2009
Amministratore
Login Form





Hai perso la password?
Articoli correlati
Determinazione quote che le imprese iscritte all'Albo degli autotrasportatori debbono corrispondere PDF Stampa

Deliberazione 27 ottobre 2009

Determinazione delle quote che le imprese iscritte all'Albo degli autotrasportatori, alla data del 31 dicembre 2009, debbono corrispondere per l'anno 2010 al Comitato centrale per l'Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l'autotrasporto di cose per conto di terzi. (Deliberazione n. 27/09).

(GU n. 254 del 31/10/2009)


IL COMITATO CENTRALE PER L'ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E
GIURIDICHE CHE ESERCITANO L'AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI
TERZI

 Riunitosi nella seduta del 27 ottobre 2009,
 Vista la legge 6 giugno 1974, n. 298;
 Vista la legge 27 maggio 1993, n. 162;
 Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 novembre 1994, n. 681, recante norme sul sistema delle spese derivanti dal funzionamento dei Comitato centrale per l'albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi;
 Considerato che occorre stabilire la misura delle quote dovute dagli autotrasportatori in rapporto al numero, al tipo ed alla portata dei veicoli, al fine di sopperire alle spese da sostenere durante l'anno 2010 per il funzionamento dei Comitati Centrale e Provinciali per l'Albo degli autotrasportatori, nonche' per la tenuta degli Albi provinciali;
 Considerate le necessita' occorrenti per garantire un corretto e produttivo funzionamento delle strutture dei Comitati Centrale e Provinciali, nonche' per l'integrale adempimento da parte di questi di tutte le competenze e funzioni loro attribuite dalla legge n. 298/1974, dal decreto del Presidente della Repubblica n. 681/1994, dalla legge n. 454/1997 e dal decreto legislativo n. 284/2005;
 Ritenuto opportuno consentire alle imprese iscritte di poter adempiere al versamento della quota relativa all'anno 2010 anche attraverso un sistema di pagamento telematico;
 Tenuto conto delle proposte formulate e discusse nella predetta seduta del Comitato centrale del 27 ottobre 2009 e riportate nel relativo verbale;
 Rilevato che il numero dei veicoli destinati al trasporto di cose per conto di terzi, attualmente in circolazione nel Paese risulta di circa 726.549;

Delibera:

 

Art. 1.

 Le imprese iscritte all'Albo alla data del 31 dicembre 2009, debbono corrispondere entro la stessa data sul conto corrente n. 34171009, intestato al Comitato centrale per l'albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l'autotrasporto di cose per conto di terzi, la quota relativa all'anno 2010 nella misura determinata ai sensi del successivo art. 2.
 Al fine di agevolare il versamento della quota e' stato introdotto dall'anno in corso un sistema di pagamento telematico che, attraverso il sito istituzionale del Comitato Centrale (www.alboautotrasporto.it), consete la visualizzazione dell'importo dovuto ed il suo pagamento on line c/c postale intestato al Comitato Centrale, come da istruzioni reperibili sul predetto sito.
 In alternativa, l'impresa puo' provvedere al versamento della quota entro la predetta data del 31 dicembre 2009, attraverso un normale bollettino di versamento che dovra' essere compilato con i dati relativi alla propria posizione, reperibili sul sopra indicato sito web del Comitato Centrale.
 Qualora non venga effettuato il versamento entro il termine di cui al primo comma, l'iscrizione all'Albo sara' sospesa con la procedura prevista dall'art. 19, punto 3, della legge 6 giugno 1974, n. 298.

 

Art. 2.

La quota da versare per l'anno 2010 e' stabilita nelle seguenti misure:

1) Quota fissa di iscrizione da versare da parte di tutte le imprese comunque iscritte
 all'Albo

€ 20,66

2) Ulteriore quota (in aggiunta a quella di cui al precedente punto 1) dovuta da ogni impresa
in relazione alla dimensione numerica del proprio parco veicolare, qualunque sia la massa
dei veicoli con cui esercitano l'attivita' di autotrasporto:
 
a) Imprese iscritte all'Albo che esercitano l'attivita' con un numero di veicoli da 2 a 5

€ 5,16

b) Imprese iscritte all'Albo che esercitano l'attivita' con un numero di veicoli da 6 a 10

€ 10,33

c) Imprese iscritte all'Albo che esercitano l'attivita' con un numero di veicoli da 31 a 50

€ 25,82

d) Imprese iscritte all'Albo che esercitano l'attivita' con un numero di veicoli da 51 a 100

€ 103,29

e) Imprese iscritte all'Albo che esercitano l'attivita' con un numero di veicoli da 101 a 200 € 258,23
f) Imprese iscritte all'Albo che esercitano l'attivita' con un numero di veicoli superiore a 200 € 516,46
3) Ulteriore quota (in aggiunta a quelle di cui ai precedenti punti 1) e 2) dovuta dall'impresa
per ogni veicolo di massa complessiva superiore a 6.000 chilogrammi di cui la stessa e'
titolare:
 
a) Per ogni veicolo, dotato di capacita' di carico, con massa complessiva da 6.000 a
11.500 chilogrammi, nonche' per ogni trattore con peso rimorchiabile da 6.001 a 11.500 chilogrammi

€ 5,16

b) Per ogni veicolo, dotato di capacita' di carico, con massa complessiva da 11.501
a 26.000 chilogrammi, nonche' per ogni trattore con peso rimorchiabile da 11.501 a
26.000 chilogrammi

€ 7,75

c) Per ogni veicolo, dotato di capacita' di carico, con massa complessiva oltre i 26.000 chilogrammi, nonche' per ogni trattore con peso rimorchiabile oltre 26.000 chilogrammi

€ 10,33

 

Art. 3.

 La prova dell'avvenuto pagamento della quota relativa all'anno 2010, per le sole imprese che utilizzano il bollettino postale, deve essere fornita, ai sensi di quanto previsto dalla vigente normativa, alle competenti strutture provinciali entro il 30 gennaio 2010.
 In tutti gli altri casi provvede direttamente il Comitato Centrale a fornire le relative informazioni alle competenti strutture provinciali.

 Roma, 27 ottobre 2009

 Il Presidente: De Lipsis

 

 

Speciale
Approfondiamo
Chi è online

Sondaggi
Quali argomenti desideri che vengano maggiormente affrontati in queste pagine?
 
Pubblicità